Tutela degli interessi finanziari dell’Unione – Recupero di denaro e beni da paesi terzi nei casi di frode

Oggi ho votato a favore della relazione in questione sulla tutela degli interessi finanziari dell’UE, ed in particolare sul recupero di denaro e beni da paesi terzi nei casi di frode.
A causa del costante problema dei finanziamenti UE perduti a causa di casi di frode, nei quali sono trasferiti fondi verso paesi terzi, si rende necessario evitare lo spostamento di fondi tramite intermediari finanziari operanti in giurisdizioni non trasparenti e non cooperative.Mediante la proposta di risoluzione, il Parlamento sottolinea la necessità delle clausole antifrode negli accordi firmati dall’UE con paesi terzi e invita la Commissione a calcolare l’importo dei fondi UE perduti. Obiettivo fondamentale è l’elaborazione di un metodo standardizzato di raccolta dei dati, identico per tutti gli Stati membri, che consenta di individuare il trasferimento di attività fraudolente nei paesi terzi con l’obiettivo di creare il prima possibile una banca dati centrale dell’UE.