senza-titolo-09-55-16

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “TAGLI POLITICHE DI COESIONE“

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “tagli politiche di coesione“.
Il Commissario europeo al bilancio Oettinger ha recentemente annunciato tagli inevitabili alle politiche di coesione nel Quadro pluriennale finanziario post 2020. Un errore, a mio avviso, quello di ridurre i fondi della principale politica di investimento dell’Unione, in un’Europa ancora provata dalla crisi economica, che ha accentuato al proprio interno le disparità economiche, politiche e sociali.
Per le regioni più povere, come ad esempio quelle del sud dell’Italia, significherebbe perdere tra i quattro e i sei miliardi di euro, considerando anche i tagli alla PAC annunciati dal Commissario tedesco. Al contrario, dovremmo rafforzare gli investimenti, aggiungendo anche nuove risorse su sicurezza e difesa, escludere i cofinanziamenti nazionali dal patto di stabilità, legare l’erogazione di tutti i fondi del bilancio europeo al rispetto dello Stato di diritto e della solidarietà intraeuropea.
Piuttosto che sovvertire e vanificare la politica di coesione, sforziamoci di dotare l’Unione europea di risorse adeguate mediante una seria ricognizione e individuazione delle risorse proprie.