criteri-per-determinare-proprieta-endocrine-disgreganti

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SUI “CRITERI SCIENTIFICI PER LA DETERMINAZIONE DELLE PROPRIETÀ ENDOCRINE DISGREGANTI”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione sui “criteri scientifici per la determinazione delle proprietà endocrine disgreganti”.
Non è la prima volta che affrontiamo in quest’Aula il tema degli interferenti endocrini e non sarà nemmeno l’ultima. Sappiamo tutti, ad esempio, che il regolamento europeo relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari prevede che una sostanza attiva possa essere autorizzata solo se non altera negativamente il sistema endocrino.
Ritengo che la proposta di individuazione degli interferenti endocrini avanzata dalla Commissione vada oltre i poteri conferiti alla stessa, perché restringe arbitrariamente il campo degli interferenti ed è quindi inadatta a garantire un’adeguata protezione della salute umana e dell’ambiente.
Una simile decisione dovrebbe essere preceduta da una modifica del regolamento sui prodotti fitosanitari, modifica che può avvenire solo attraverso un normale iter legislativo e quindi con l’approvazione del Parlamento e del Consiglio. Ma vi è di più: la mancata inclusione nella proposta della Commissione di una categoria di interferenti endocrini sospetti e di riferimenti incrociati, in caso di presenza concomitante di due o più interferenti, è una carenza inaccettabile.
Non possiamo continuare ad anteporre gli interessi economici dei grandi gruppi industriali alla salute dei cittadini europei.