STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “PRATICHE COMMERCIALI SLEALI NEI RAPPORTI TRA IMPRESE NELLA FILIERA ALIMENTARE”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare”.
Con la direttiva sulle pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare finalmente raggiungiamo risultati attesi da oltre dieci anni e mi complimento con il relatore Paolo De Castro per il grande lavoro che ha svolto, tant’è che l’accordo ottenuto in sede di trilogo migliora considerevolmente la protezione degli agricoltori e delle piccole e medie imprese agroalimentari.
Aumentano in modo significativo il numero di pratiche sleali, con otto ulteriori pratiche rispetto alla proposta della Commissione, che vanno dalla cancellazione last minute degli ordini ai ritardi nei pagamenti, dalle modifiche unilaterali dei contratti ai mancati pagamenti ai fornitori per la merce invenduta da parte delle grandi centrali di acquisto.
Uno dei punti di forza è senza dubbio la denuncia anonima a difesa della confidenzialità del fornitore durante la procedura investigativa non solo in merito alla sua identità, ma anche a tutte le altre informazioni che il fornitore stesso individua come sensibili. Le norme contenute nella direttiva restituiscono finalmente dignità al mondo agricolo europeo, rafforzando la posizione dei produttori nei confronti della grande distribuzione.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca