preparazione-del-consiglio-europeo-del-28-e-29-giugno-2018

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “PREPARAZIONE DEL CONSIGLIO EUROPEO DEL 28 E 29 GIUGNO 2018”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “preparazione del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno 2018”.
Il nuovo governo italiano ha chiuso i porti e non ha permesso l’attracco di una nave, l’Aquarius, con 630 persone a bordo, tra cui donne incinte e bambini, speculando politicamente sulla pelle degli ultimi e degli indifesi. Ringrazio sentitamente la Spagna e il suo nuovo Premier Pedro Sánchez per il suo gesto. Ma l’Italia è stata lasciata da sola per troppo tempo a far fronte al flusso migratorio dal resto degli Stati membri, raccogliendo solo belle parole. Anche l’aumento dei fondi destinati all’immigrazione nel prossimo bilancio non servirà a nulla in queste condizioni. Sempre più spesso sentiamo dire che la colpa è dell’Europa, che l’Europa deve fare qualcosa, che l’Europa ha lasciato soli i paesi del Mediterraneo, ma sappiamo bene che non è così. Sono gli Stati membri che, per interessi politici, paralizzano l’Europa di Schuman, di Adenauer e di De Gasperi. Questo Parlamento ha approvato la riforma di Dublino da mesi. Il Consiglio deve rispondere subito e concretamente, perché nel frattempo esseri umani muoiono e le forze populiste avanzano.