organismo-dei-regolatori-europei-delle-comunicazioni-elettroniche-codice-europeo-delle-comunicazioni-elettroniche

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “ORGANISMO DEI REGOLATORI EUROPEI DELLE COMUNICAZIONI ELETTRONICHE – CODICE EUROPEO DELLE COMUNICAZIONI ELETTRONICHE”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche – Codice europeo delle comunicazioni elettroniche”.
Dalla revisione normativa del 2009 il mercato dei servizi di comunicazione elettronica è cambiato drasticamente. I nuovi attori quali WhatsApp, Telegram e Skipe sono una diretta conseguenza della possibilità di fare affidamento sui servizi di accesso Internet e digitale. Obiettivo del pacchetto sulle telecomunicazioni è di garantire maggiore protezione ai consumatori, per esempio rendendo più semplice l’operazione di cambio operatore o la ricezione della dovuta compensazione. Dopo l’abolizione del roaming, anche le telefonate intraeuropee costeranno molto meno grazie all’introduzione di una tariffazione massima di 19 centesimi. Il cambio strutturale prevede delle misure volte a stimolare gli investimenti nelle reti ad alta capacità e a regolare le nuove frequenze per incoraggiare la connettività dei telefoni cellulari e la rete 5G.
Per l’Europa il 5G è un prerequisito per entrare a far parte della società dei Gigabyte. L’industria 4.0, le città intelligenti, la ricerca o la salute sono solo alcune delle prospettive legate alla crescita esponenziale delle richieste di velocità, sicurezza e maggiore connettività.