vigilanza-mercato-veicoli-a-motore-e-rimorchi

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “OMOLOGAZIONE E VIGILANZA DEL MERCATO DEI VEICOLI A MOTORE E DEI LORO RIMORCHI, NONCHÉ DEI SISTEMI, COMPONENTI ED ENTITÀ TECNICHE DESTINATI A TALI VEICOLI”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “omologazione e vigilanza del mercato dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli”.
A differenza di quel che succede negli Stati Uniti, finora le autorità europee hanno avuto un margine di manovra esiguo nell’imporre azioni specifiche a carico delle case automobilistiche. Se è vero che l’industria automobilistica va tutelata, non imponendo carichi economici o procedure eccessivamente gravose, è altrettanto necessario garantire un alto livello di rispondenza tra gli standard operativi ed i principi comunitari, a partire da controlli più efficaci, dall’utilizzo di autorità indipendenti nel processo di omologazione e dal rispetto del principio di libera concorrenza.
Le carenze nei sistemi nazionali di vigilanza del mercato, tuttavia, non si eliminano semplicemente delegando ad altre autorità l’attività di controllo, ma creando modelli di collaborazione che eliminino i possibili conflitti di interesse nazionali e soprattutto tutelino i consumatori nel momento in cui sono esposti a pratiche irregolari da parte dell’industria. In questo senso è importante anche favorire l’apertura del mercato eliminando monopoli di fatto che le case produttrici detengono su alcune componenti dell’automobile, in particolare quelle elettroniche.