documento-di-riflessione-sul-futuro-delle-finanze-dellue-fino-al-2025

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “DOCUMENTO DI RIFLESSIONE SUL FUTURO DELLE FINANZE DELL’UE FINO AL 2025”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “documento di riflessione sul futuro delle finanze dell’UE fino al 2025”.
Questo Parlamento ha costantemente chiesto che il bilancio dell’Unione fosse finanziato con risorse proprie. Abbiamo bisogno di nuove risorse per ridurre sensibilmente la quota dei contributi nazionali al bilancio dell’Unione e compensare anche quel buco di 11 miliardi all’anno legato al ritiro del Regno Unito.
Esiste un’ampia serie di eventuali nuove risorse, come un’imposta sulle transazioni finanziarie e sulle multinazionali, una riforma seria del sistema di scambio di quote di emissioni e la tassazione del carbone, la tassazione dei trasporti, la tassazione dell’energia elettrica.
Ma non possiamo consentirci tagli all’agricoltura, come paventato dal documento di riflessione. Gli agricoltori sono quelli che hanno maggiormente subito la crisi economica e la loro posizione nella filiera alimentare non è un fatto che si può risolvere con tecnicismi. Ma nemmeno possiamo penalizzare la politica di coesione, anche perché negli ultimi anni la disparità sociale è cresciuta in modo esponenziale in molte aree del continente.