cooperazione-rafforzata-procura-europea

STRASBURGO: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SULLA “COOPERAZIONE RAFFORZATA: PROCURA EUROPEA”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione sulla “cooperazione rafforzata: Procura europea”.
L’istituzione della Procura europea colma il vuoto rappresentato dall’impossibilità per OLAF, Eurojust ed Europol di svolgere indagini penali, una limitazione molto pesante sul piano operativo. Per il momento la Procura europea avrà solo un compito integrativo e un mandato limitato alla tutela degli interessi finanziari dell’Unione: combinerà gli sforzi esplicati a livello europeo e nazionale in materia di contrasto alle frodi ai danni dell’Unione europea, inquadrandoli in un approccio unificato e superando il limite dell’attuale esclusività dello svolgimento delle indagini da parte delle autorità nazionali. Ma l’attività integrativa è solo un primo passo. La Procura dovrà col tempo assumere un compito generale e perseguire ogni tipo di crimine a dimensione transfrontaliera, includendo attivamente tutti gli Stati membri, tra cui, ovviamente, anche quelli che oggi non partecipano alla cooperazione rafforzata. Non mancano esperienze pilota in questo senso e non manca neanche la volontà politica di fare un passo avanti verso un’amministrazione unificata della giustizia. Per ora è un piccolo passo ma è un passo necessario e significativo verso un’Europa unita.