STRASBURGO: CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “CERTIFICATO PROTETTIVO COMPLEMENTARE PER I MEDICINALI”

Strasburgo: Nicola Caputo (S&D) interviene in seduta plenaria su “certificato protettivo complementare per i medicinali”.
Il nuovo regolamento sul certificato protettivo complementare per i medicinali, che abbiamo appena approvato, aiuterà le nuove aziende farmaceutiche ad avviarsi e ad espandersi in aree ad alta crescita, generando fatturato e nuovi posti di lavoro.
L’attuale disciplina non era più sostenibile con le aziende europee, esposte ad una pesante concorrenza da parte dei produttori extra-UE non soggetti ad analoghe restrizioni, e costrette a delocalizzare gli impianti stringendo accordi vincolati con i paesi ospiti. La nuova normativa consentirà ai produttori di farmaci generici e biosimilari con sede nell’Unione europea di produrre una versione generica o biosimilare di un medicinale ancora protetto dal certificato supplementare, esclusivamente allo scopo di esportare in un mercato extra-UE, dove la produzione è scaduta o non è mai esistita. A trarne beneficio l’intera economia del settore farmaceutico, che potrà quindi essere maggiormente presente in mercati dove spesso le regole di protezione dei brevetti sono ignorate.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca