Sicurezza dei prodotti nel mercato unico UE: intervento della Commissione per rafforzare la fiducia

Il mercato unico si fonda sulla fiducia. I consumatori devono avere la sicurezza che i prodotti che usano rispettino gli stessi standard, qualunque sia la loro provenienza.
La fiducia minata, in particolare dagli scandali delle protesi mammarie e del “dieselgate”, andrebbe ricostruita con controlli più rigorosi a tutto campo.
Sono ancora troppi i prodotti non sicuri e non conformi venduti sul mercato dell’UE: ad esempio, risulta dalle ispezioni che il 32 % dei giocattoli, il 58 % dei dispositivi elettronici, il 47 % dei prodotti da costruzione e il 40 % dei dispositivi di protezione individuale non soddisfano i requisiti in tema di sicurezza o di informazioni ai consumatori previsti nella legislazione dell’UE.
Oltre a rappresentare un rischio per i consumatori, tali prodotti pongono in una situazione di svantaggio competitivo le imprese virtuose.
Alla luce di quanto precede, intende quindi la Commissione rafforzare i controlli volti a garantire che i prodotti siano sicuri e conformi alle norme, mediante un miglioramento dei controlli sui prodotti che entrano nel mercato dell’UE e la promozione di una maggiore collaborazione tra le autorità nazionali di vigilanza del mercato?