LIFE RESILIENCE: Il progetto di prevenzione della Xylella

Dal primo Luglio 2018 è attivo nelle regioni europee della Spagna, Italia, e Portogallo il progetto pilota “LIFE RESILIENCE” per l’applicazione di percorsi di prevenzione della Xylella fastidiosa nelle piantagioni intensive di olio e mandorle, con l’applicazione di pratiche produttive di agricoltura verde. La Xylella fastidiosa è un batterio patogenico, individuato per la prima volta negli oliveti del Sud Italia nel 2013, che causa malattie a coltivazioni legnose di varia specie e può provocare il Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo, OQDS. Più di un milione di olivi sono già stati infettati finora e l’Europa intera è in allarme. L’idea dei partner transnazionali prevede di sviluppare genotipi di piante produttive e tolleranti a patogeni, applicare buone pratiche e innovare con metodi naturali di controllo dei vettori, per dimostrare la loro efficacia in caso di prevenzione degli effetti nocivi della Xylella Fastidiosa. Gli stakeholder introdurranno, nei territori di riferimento, percorsi di sfruttamento agricolo e forestale sostenibile per favorire il controllo della malattia e l’adattamento al cambiamento climatico, con: strategie di riduzione del consumo dell’acqua e dell’impronta di carbonio nei sistemi di produzione, aumentando il potenziale di mitigazione. Si tratta di un’idea innovativa e dagli obiettivi ambiziosi che è riuscita a stimolare l’interesse europeo riuscendo ad ottenere, fino al termine previsto del 30 Giugno 2022, un budget totale di 2.968,675.00€, di cui 1,723,567.00€ cofinanziati con contributo europeo.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca