Istituzione di un quadro per il controllo degli investimenti esteri diretti nell’Unione europea

Oggi ho votato a favore del regolamento in questione che istituisce un quadro per il controllo degli investimenti esteri diretti nell’Unione europea.
Tutti i paesi del G7 e i paesi partner dell’Unione sono già dotati di un meccanismo di controllo degli investimenti che è stato migliorato in diverse occasioni. Tuttavia, è strettamente necessario colmare alcune lacune legislative a livello europeo per istituire un quadro per il controllo degli investimenti esteri diretti.
Questo meccanismo non sostituisce il potere decisionale degli Stati membri in relazione agli investimenti sul loro territorio. Mira soprattutto a creare un meccanismo per lo scambio di informazioni a livello europeo. I contatti tra gli Stati membri e gli investitori saranno più regolari e creeranno dei rapporti di fiducia grazie a tale trasparenza.
Lo Stato membro può in questo modo utilizzare a suo piacimento le informazioni, i quesiti o le analisi degli Stati membri e/o della Commissione europea per prendere autonomamente la decisione di autorizzare, vietare o soprattutto di modulare l’investimento grazie alle misure transitorie o di accompagnamento.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca