Interferenti endocrini: occorre una strategia realmente chiara per il futuro

Lo scorso 7 novembre l’Esecutivo europeo ha pubblicato la comunicazione “Interferenti endocrini: una strategia per il futuro per proteggere i cittadini dell’UE e l’ambiente”. Insieme ad altri 56 colleghi, ho ritenuto che tale documento non esponga chiaramente la strategia, per cui ho presentato un’oral question che ne evidenzia i punti mancanti. In plenaria chiederò al Commissario Andriukaitis perché non sono previste nel documento misure concrete e tempistiche per ridurre le esposizioni nocive ad interferenti endocrini, in particolare per gli individui potenzialmente più esposti, come i bambini, i neonati, i feti e altre sub-popolazioni vulnerabili. Le sostanze chimiche che disturbano gli ormoni rappresentano una seria minaccia per la salute dei cittadini, non si può sprecare altro tempo per litigare sulle definizioni e sui metodi di prova.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca