Copyrights sui prodotti audiovisivi: difesa del principio territoriale

E’ stato dato mandato al gruppo negoziale del Parlamento per il trilogo sulla riscossione dei diritti d’autore e dei diritti connessi alla produzione di opere audiovisive e alla loro distribuzione sul territorio europeo.
La proposta iniziale della Commissione mirava ad estendere il “principio del paese di origine” al settore online per ridurre al minimo l’ostacolo rappresentato dai costi eccessivi di transazione. In questo modo si sarebbe superato “il principio di territorialità”, che permette soprattutto alle piccole case di produzione la sopravvivenza in un mercato che, con l’avvento di internet, è già molto compromesso.
Ritengo, infatti, la riscossione dei diritti d’autore e dei diritti connessi alla produzione di opere audiovisive e alla loro distribuzione sul territorio europeo essenziale all’interno del mercato culturale europeo, poiché consente ad attori indipendenti e a nuove imprese di produrre contenuti economicamente sostenibili e di qualità.
Con il suo voto, il Parlamento ha dato mandato per estendere il principio d’origine solo ai notiziari, escludendo quindi le opere creative.

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca