CAPUTO, Nicola (S&D, IT)

CAPUTO (S&D): RIVEDERE LE QUOTE SUL TONNO ROSSO E PESCE SPADA NELL’UE. ESSENZIALE FAVORIRE SISTEMI DI PESCA PIÙ SOSTENIBILI

Bruxelles – “Oggi ho presentato un emendamento con i colleghi Briano, Serrao Santos e Thomas sull’assegnazione e la distribuzione delle quote di tonno rosso e pesce spada. È essenziale favorire sistemi di pesca più sostenibili. Lo ha reso noto Nicola Caputo, Parlamentare europeo del Pd gruppo S&D e membro della Commissione per la pesca (PECH) – Il dossier legislativo emendato – spiega Caputo – riguarda la “Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce le misure di gestione, di conservazione e di controllo applicabili nella zona della convenzione dell’ICCAT” e l’emendamento tende a razionalizzare il settore rafforzando la posizione dei piccoli pescatori. Si tratta di una misura molto sentita dalla pesca artigianale perché invita gli Stati membri a utilizzare criteri trasparenti e oggettivi e ad adoperarsi per ripartire equamente i contingenti nazionali tra i vari segmenti di flotta, prestando particolare attenzione alle attività di pesca tradizionale e ai tipi di attrezzi più sostenibili che contribuiscono in maniera positiva alla ricostituzione degli stock di tonno rosso e pesce spada in ragione del loro elevato livello di selettività, del loro basso impatto ambientale sugli ecosistemi marini e dell’importanza che rivestono dal punto di vista scientifico. L’emendamento fa seguito all’aumento delle quote di tonno rosso decise dall’ICCAT nel 2014 ma applicate secondo criteri discrezionali dagli Stati membri, ed è volto ad evitare che la stessa cosa avvenga per il pesce spada. Inoltre, – conclude Nicola Caputo – non bisogna dimenticare le sanzioni molto penalizzanti che colpiscono i pescatori artigianali se casualmente si trovassero a pescare un tonno rosso o un pesce spada”.