decisione-della-commissione-sul-pacchetto-relativo-al-qfp-post-2020

BRUXELLES: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SULLA “DECISIONE DELLA COMMISSIONE SUL PACCHETTO RELATIVO AL QFP POST-2020”

Bruxelles: Nicola Caputo (S&D), interviene in seduta plenaria nel corso della discussione sulla “decisione della Commissione sul pacchetto relativo al QFP post-2020”.
Il prossimo quadro finanziario pluriennale, come ha ben detto il Presidente Juncker, è di importanza capitale per il futuro dell’Unione europea. Dopo una fase di stasi, servirà a comprendere le nostre reali ambizioni in relazione a un sogno che, se non avanza, per forza di cose è destinato a indietreggiare.
L’attuale QFP si è dimostrato insufficiente a soddisfare le reali esigenze politiche dell’Unione, per effetto di crisi impreviste e di nuove sfide nei settori degli investimenti, della migrazione e dei rifugiati, dell’occupazione giovanile, della sicurezza, dell’agricoltura e dell’ambiente.
Bene la previsione di nuove e maggiori risorse proprie, e condivido le nuove disponibilità individuate per il problema dell’immigrazione, per la sicurezza e la difesa, per l’innovazione, per i programmi LIFE ed Erasmus+, ma faccio fatica a comprendere i tagli proposti per le politiche di coesione e per la PAC. È vero, l’Europa ha tante sfide da affrontare, ma i tagli all’agricoltura e alla politica di coesione sono assolutamente inaccettabili.