Continua il countdown dei giorni che ci separano dalla data delle elezioni europee e continua il racconto delle cose che ho fatto in questi 5 anni da Parlamentare Europeo. Oggi vi parlo del mio impegno per per stabilire il principio che l’acqua è un diritto e un bene pubblico essenziale per la vita e la dignità umana. #meno73
L’acqua è un diritto. L’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari è essenziale per la vita, e la corretta gestione delle risorse idriche svolge un ruolo fondamentale per garantire un uso sostenibile dell’acqua.
In questi anni, in qualità di membro della Commissione ENVI, ho lavorato affinché si stabilisse il principio dell’#Acqua come bene pubblico essenziale per la vita e la dignità umane. Era l’ottobre 2014 quando interrogai per la prima volta la Commissione sul tema (http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/E-8-2014-008584_IT.pdf). Posizione successivamente ribadita nella risoluzione del 2015 mirante a vietare la privatizzazione delle aziende idriche nell’ambito di qualsiasi procedura in materia di coordinamento della strategia economica dell’UE. (http://www.nicolacaputo.eu/eu/seguito-delliniziativa-dei-cittadini-europei-lacqua-diritto/)
Migliorare l’approvvigionamento di acqua potabile è un modo efficiente per perseguire obiettivi fondamentali come l’eliminazione della #Povertà e per promuovere l’uguaglianza sociale, la salute pubblica, la sicurezza alimentare e la crescita economica.
In seguito alle pressioni parlamentari, la Commissione europea ha assunto iniziativa legislativa. Ho dunque lavorato all’adeguamento della direttiva sull’acqua potabile del 2018 per introdurre limiti più stringenti per una maggiore#Qualità dell’acqua potabile (http://www.nicolacaputo.eu/eu/acque-potabili-limiti-stringenti-per-garantire-maggiore-qualita/).
La Direttiva definisce norme di qualità essenziali per le acque destinate al consumo umano, obbliga gli Stati membri a monitorare regolarmente la qualità di tali acque e consente di includere, a livello nazionale, ulteriori requisiti supplementari specifici per il territorio nazionale, purché ciò si traduca nell’imposizione di requisiti più rigorosi. (http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/society/20181011STO15887/acqua-potabile-nell-unione-europea-migliori-qualita-e-accesso)
#Caputo2019 #CosaHoFattoInUE #Europe2019#EuropaSiamoNoi #meno73

 

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca