#Meno40
Continua il #Countdown dei giorni che ci separano dalla data delle elezioni europee e continua il racconto delle cose che ho fatto in questi 5 anni da Parlamentare Europeo. Oggi vi parlo del mio impegno contro la xylella fastidiosa.
Era il 2015 quando chiesi per la prima volta aiuti concreti a livello europeo per il comparto agricolo pugliese, messo in ginocchio dallo stato di eccezionale calamità (https://youtu.be/DPSrPBEIuJg).
Nella susseguente risoluzione parlamentare lavorai alla richiesta di risorse finanziarie e umane adeguate per attuare le strategie del caso, ma soprattutto per intensificare gli sforzi di ricerca sulla #Xylellafastidiosa con lo scopo di individuare con esattezza la natura dell’interazione tra l’agente patogeno, i sintomi e lo sviluppo della malattia (https://www.nicolacaputo.eu/eu/risoluzione-parlamento-europeo-sullepidemia-xylella-fastidiosa-colpisce-gli-ulivi/).
Ritornai sul tema l’anno successivo per richiedere l’approfondimento della ricerca di un imprenditore locale che, dopo un anno di cure tradizionali e#Biologiche, ha portato a far germogliare nuovamente i 450 ulivi (molti dei quali secolari) presenti sul suo terreno tra Alezzo e Gallipoli, epicentro del contagio (http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/E-8-2016-006329_IT.html).
Nel 2017 ancora sollecitai la decisione di reimpianto della Commissione per le due varietà di #Olivo, Leccino e Favolosa, tolleranti al batterio, nelle zone infette da Xylella, in particolare nella provincia di Lecce. (http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/E-8-2017-005909_IT.pdf).
Nella recente plenaria di marzo sono ritornato sul tema per richiedere l’introduzione di canali preferenziali dedicati al #Finanziamento diretto di stazioni di #Sperimentazione sul campo di pratiche che abbiano già dimostrato la loro efficacia in vitro o meglio ancora in ambito fitosanitario, senza passare per i normali Programmi Horizon 2020 e call di altri programmi quadro (http://www.nicolacaputo.eu/eu/strasburgo-caputo-sd-porta-allattenzione-del-parlamento-europeo-il-dramma-della-xylella-in-puglia/).
Poche settimane fa ho presentato – per il bilancio 2020 – un progetto pilota per l’attuazione di potenziali pratiche già sperimentate con successo (come quelle sulle viti californiane dall’Università del Texas) che potrebbero essere immediatamente testate sul campo per verificarne l’efficacia sugli ulivi in #Puglia.
È questo l’unico modo per sperare di arginare la diffusione del batterio.
Senza dimenticare, prima che sia troppo tardi, di destinare attenzione e risorse alla riqualificazione paesaggistica e produttiva delle aree del #Salento, pressoché prossime alla desertificazione.
To be continued…
#Caputo2019 #CosaHofattoInEU #Europee2019#EuropaSiamoNoi

 

Scrivimi

Hai curiosità, domande o vuoi semplicemente scrivermi un messaggio, Non esitare, scrivimi!

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca