FENOMENO DELLA RESISTENZA AGLI ANTIBIOTICI

BRUXELLES: NICOLA CAPUTO (S&D) INTERVIENE SUL ”FENOMENO DELLA RESISTENZA AGLI ANTIBIOTICI”

Bruxelles: Nicola Caputo (S&D) interviene in seduta plenaria nel corso della discussione sul “fenomeno della resistenza agli antibiotici”.
L’European Center for disease prevention and control riporta che dal 2012 al 2015 il fenomeno della resistenza agli antibiotici è cresciuto enormemente. Le Nazioni Unite giudicano la resistenza agli antibiotici una emergenza sanitaria pari a quella di Ebola e Aids, di cui domani ricorre la Giornata mondiale. L’abuso di antibiotici è quindi un’altra grande sfida europea ed italiana, amplificata dall’uso smodato di antibiotici negli allevamenti. L’Italia è il terzo più grande utilizzatore europeo di antibiotici negli allevamenti, con criticità negli intensivi. Il 71% di quelli venduti in Italia va agli animali d’allevamento e il 94% dei trattamenti è di massa. Questa modalità di utilizzo rende la nascita di super batteri sempre più probabile, come il rischio di propagazione dagli allevamenti all’uomo, innalzando il numero di morti dovuti alla loro resistenza, circa 7 000 solo in Italia. Non c’è quindi altro mezzo per contrastare la resistenza agli antibiotici diverso dalla loro significativa riduzione. Chiedo alla Commissione di adottare linee guida sull’uso corretto degli antibiotici nell’uomo e negli animali e di fare di più nell’attuazione e applicazione delle misure e nel coordinamento delle politiche sanitarie e agricole, per aumentare l’efficacia dell’azione europea contro la resistenza agli antibiotici.

 

DICHIARAZIONI DI INTERESSI DEI COMMISSARI

BRUXELLES: NICOLA CAPUTO (S&D) INTERVIENE SU “DICHIARAZIONI DI INTERESSI DEI COMMISSARI”

Bruxelles: Nicola Caputo (S&D) interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su ” dichiarazioni di interessi dei commissari – Linee guida”.
Il controllo delle dichiarazioni d’interessi finanziari e più in generale dei potenziali conflitti d’interessi concernenti i membri della Commissione non può limitarsi alla sola procedura di nomina.
Qualsiasi modifica sostanziale degli interessi finanziari di un commissario in corso di mandato o qualsiasi ripartizione delle responsabilità tra i membri della Commissione debba essere oggetto di una procedura d’esame del Parlamento.
La dichiarazione di interessi finanziari deve includere gli interessi o le attività presenti o passate degli ultimi due anni di natura patrimoniale, professionale, personale o familiare.
La Commissione deve rivedere e rendere più severo il codice di condotta per aderire a standard etici elevati ed assicurare che la dichiarazione di interessi finanziari fornisca al Parlamento e ai cittadini informazioni accurate.
È fondamentale estendere il periodo di incompatibilità dagli attuali 18 mesi ad almeno cinque anni per i Commissari e per il Presidente della Commissione.
Norme più severe non sono certo sufficienti ad assicurare un comportamento eticamente corretto ma rappresentano senza dubbio un indispensabile punto di partenza verso un rapporto più trasparente.

ACCORDO TRA USA E UE SU PROTEZIONE INFO PERSONALI PENALI

BRUXELLES: NICOLA CAPUTO (S&D), INTERVIENE SU “ACCORDO TRA USA E UE SU PROTEZIONE INFO PERSONALI PENALI”

Bruxelles: Nicola Caputo (S&D) interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “accordo tra gli Stati Uniti d’America e l’Unione europea sulla protezione delle informazioni personali in campo penale”.
Questo accordo tra gli Stati Uniti e l’UE istituisce per la prima volta un quadro completo di principi e garanzie in materia di protezione dei dati per il trasferimento di informazioni personali relativamente al contrasto penale, anche in materia di terrorismo
Uno strumento di protezione applicabile in modo completo e coerente agli scambi transatlantici di dati nel settore della cooperazione giudiziaria e di polizia che costituisce, senza dubbio, un notevole passo in avanti nei rapporti tra gli Stati Uniti e l’UE
L’accordo confermerà nel contesto transatlantico i requisiti generali sui trasferimenti internazionali di dati previsti dalla direttiva europea adottata lo scorso aprile a tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti per prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali.
Esso costituirà, In relazione ai futuri accordi Eu-USA una “rete di sicurezza” al di sotto della quale il livello di protezione non potrà scendere.

ACCORDO ECONOMICO INTERINALE CE-GHANA

BRUXELLES: NICOLA CAPUTO (S&D) INTERVIENE SU “ACCORDO ECONOMICO INTERINALE CE-GHANA”

Bruxelles: Nicola Caputo (S&D) interviene in seduta plenaria nel corso della discussione su “accordo di partenariato economico interinale CE-Ghana”.
Condivido la strategia commerciale dell’Unione europea volta ad aiutare i paesi in difficoltà economica.
L’Accordo di libero scambio con il Ghana permetterà allo Stato africano di avere accesso al mercato europeo e la stabilità necessaria per i nuovi investimenti e la creazione di occupazione.
Vi è, tuttavia, da rilevare la sostanziale inadeguatezza dell’attivazione di un accordo concluso nel 2007 rispetto alle mutate condizioni attuali: l’assenza di una dimensione regionale e di norme in materia di origine, nonché un quadro istituzionale incompleto fanno di questa intesa una soluzione di ripiego in attesa di definire il partenariato con l’intera regione dell’Africa occidentale.
E proprio in vista di questo partenariato, tengo a sottolineare l’importanza dell’introduzione di misure di salvaguardia che consentono di ripristinare i dazi nel caso in cui un aumento delle importazioni minacci di perturbare l’economia di un settore, come ad esempio quello ortofrutticolo, troppo spesso sacrificato dagli accordi conclusi con i paesi dell’Africa.