Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sull’obesità come problema sanitario e malattia cronica

Il Parlamento europeo,
– visto l’articolo 133 del suo regolamento,
A. considerando che il rapporto “Health at a Glance”, pubblicato congiuntamente dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e dalla Commissione, presenta dati allarmanti, secondo i quali nell’UE il 53% degli adulti sono in sovrappeso o obesi;
B. considerando che, nonostante la campagna per promuovere stili di vita sani e combattere l’obesità, la percentuale dei bambini in sovrappeso resta estremamente alta in Europa dove, nel 2010, secondo lo studio dell’OMC, un bambino su tre era in sovrappeso o obeso;

13308535_470449243152918_3134786746979570173_o

RIMOZIONE ECOBALLE, CAPUTO (PD), GIORNATA STORICA PER LA NOSTRA TERRA

“Oggi con l’avvio del Piano per lo svuotamento dei 5 milioni di eco-balle dal suolo campano parte il processo di rilancio della nostra Regione dal punto di vista ambientale. Come ha sostenuto Vincenzo De Luca, che ha lavorato fin dai primi giorni del suo insediamento perché ciò si realizzasse, da oggi voltiamo pagina. La rimozione delle eco-balle segna una svolta epocale nel processo di riqualificazione della nostra terra. – Lo ha dichiarato Nicola Caputo Parlamentare europeo del Pd membro della Commissione Agricoltura e della Commissione Ambiente – Questi sono fatti concreti che stiamo realizzando in Campania con una celerità ed una solerzia mai visti prima. – spiega l’europarlamentare Pd – Dopo la legge regionale per il riordino del ciclo dei rifiuti approvata dal Consiglio regionale, senza perdere un giorno sulla scaletta di marcia si procede con la rimozione delle cosiddette eco-balle da Giugliano/Villa Literno poi si passerà alla rimozione dalle altre aree. La Campania inverte finalmente rotta e lavora per mettersi alle spalle la drammatica stagione delle emergenze ambientali e della Terra dei Fuochi. Ora è necessario procedere con la promozione di best practices, sulla raccolta differenziata e sulla prevenzione e, parallelamente, costruire impianti per il recupero e il trattamento dei rifiuti così come ci chiede l’Europa. Quello che fino a qualche mese fa sembrava impossibile – conclude Nicola Caputo – ora diventa concreta realtà grazie all’impegno e alla risolutezza della nuova Giunta regionale in sinergia con il Governo nazionale”.

Eliminazione del roaming entro il 2017

I risultati dell’indagine svolta dalla Commissione hanno rivelato che su 28.000 cittadini dell’UE, il 47 % non userebbe il cellulare per collegarsi a Internet da un altro paese europeo, che solo un utente su dieci consulterebbe le e-mail e che più di un quarto degli utenti spegne il cellulare.
La road map disegnata dall’UE prevede l’abolizione completa dei sovraccosti del roaming a partire dal 15 giugno 2017.

Hotspot galleggianti

Pochi giorni fa l’Italia ha proposto alla Commissione di creare hotspot (punti di crisi) galleggianti per la gestione dei migranti. Questi hotspot consentirebbero di svolgere le operazioni di identificazione direttamente a bordo, garantendo un sistema di rimpatri ancora più efficace e impedendo fughe. A questo meccanismo potrebbero contribuire le agenzie umanitarie e Frontex.
La capacità disponibile di hotspot operativi, in particolare in Italia, non è sufficiente per i mesi estivi. Gli hotspot mobili potrebbero quindi rappresentare una soluzione rapida e innovativa.

OMS

L’EURODEPUTATO CAPUTO (PD) PORTA A BRUXELLES LA DEVASTAZIONE DEL SETTORE AGRICOLO PUGLIESE

Bruxelles – “Ancora una volta eventi meteorologici eccezionali devastano i territorio del sud Italia causando ingentissimi danni alle attività produttive. Questa volta è toccata alla Puglia contare le conseguenze di una violentissima grandinata che ha colpito l’area metropolitana di Bari, in particolare i comuni di Casamassima, Sammichele, Conversano, Putignano, Turi, Rutigliano e Castellana. In queste ore si valuta la possibilità di chiedere il riconoscimento dello stato di calamità naturale verificando la sussistenza del Fondo di solidarietà europeo e di altre misure per le quali l’Europa, se chiamata, sono certo non farà mancare il proprio supporto. – Lo ha dichiarato Nicola Caputo Parlamentare europeo del Pd e membro della Commissione Agricoltura nel corso del suo intervento, al Parlamento europeo riunito in sessione Plenaria a Bruxelles, sulle conseguenze della violentissima grandinata che ha messo in ginocchio il settore cerasicolo pugliese. – . Purtroppo, specie nell’area mediterranea, le forti precipitazioni e altri eventi climatici estremi stanno diventando sempre più frequenti. La grandinata della scorsa settimana in Puglia ha coperto con una coltre di ghiaccio di 20 centimetri le colture – spiega Caputo – con particolari conseguenze soprattutto per il comparto cerasicolo che rappresenta una delle principali voci di esportazione della provincia barese ma si registrano danneggiamenti anche agli uliveti e ai vigneti. Dalle prime stime – conclude l’europarlamentare Pd – l’ondata di maltempo ha causato un danno di circa 100 milioni di euro”.